Google

venerdì 17 agosto 2007

Il significato delle parole: TERRORISMO

La definizione più comunemente accettata per “terrorismo" è : “l'uso illegale della forza o di violenza contro persone o proprietà per intimidire o costringere un governo, una popolazione civile, a realizzare obiettivi politici, sociali, economici". Notiamo che ciò che ci fa definire un atto come "di terrore" sia l'uso della parola "illegale". Se lo stesso atto di aggressione è giustificato da una base di legalità allora viene magicamente trasformato in un "operazione" e gli viene dato un nome. Es:. L'invasione di Panama fu chiamato "Operation Just Cause" e l'attuale invasione cominciò come "Operation Iraqi Freedom". A questo proposito c'è un sito web per generare questo genere di nomi. Basta scegliere il "tipo" e il "settore" dai due menu a discesa e si avrà istantaneamente un nome carino per "denominare" la tua operazione.

L'idea che gli Stati Uniti stiano valutando la possibilità di classificare La Guardia Rivoluzionaria Iraniana un "organizzazione terroristica", basata su alcune dubbie prove che l'organizzazione stia fornendo armi in particolare usate contro i veicoli militati statunitensi è piuttorto ridicolo se consideri la fonte. Qualunque sia la verità sulle attività degli iraniani, quando viene dal terrore, gli Stati Uniti non hanno rivali al mondo. Dall'ultime stime, piu' di un milione di persone sono morte in Iraq a causa dell'invasione statunitense, e nonostante il blackout virtuale dei media su tutto quanto il paese e l'auto-censura praticata dai media americani riguardo l'Iraq, è sempre piu' evidente che la maggioranza di queste morti sono state causate direttamente o indirettamente dalle forze Americane. Mentre leggiamo con orrore di attentati di combattenti Shiiti o Sunniti, che con le loro bombe uccidono, feriscono iracheni e americani, sentiamo a malapena qualche parola sulle uccisioni di civili iracheni da parte delle forze US, ed è chiaro che pur sommando tutti quegli attacchi così tanto pubblicizzati di Iracheni-contro-Iracheni, non arriviamo di certo ad un milione di morti. Allora, chi sta uccidendo il resto? Tantomeno si hanno le cifre sui tanti innocenti che muoiono in Afghanistan, dove il blackout di informazioni è ancora piu' forte che in Iraq. Ciò che è chiaro è che le tattiche Americane stanno causando un massacro infinito in entrambi paesi, un massacro che non è parte ma centro di una linea politica. E siamo onesti: non è una questione di "danni collaterali". E' una precisa politica del terrore. Quando un esercito uccide più civili che nemici, la morte di innocenti non può essere chiamata "danno collaterale". Sono le morti dei nemici ad essere un "danno collaterale". Gli innocenti sono il bersaglio, l'obiettivo. Prendiamo in esame uno delle armi usate dalle forze americane, il cosiddetto GBU-31. Marc Herold, un professore all'università del New Hampshire, che ha documentato la violenza in Afghanistan, ha esaminato l'uso di quest'arma , ci offre la descrizione e come funziona: "Lanciato da un aereo e sfrecciando verso il suo bersaglio a 300 miglia all'ora, la bomba usa piccoli meccanismi nelle sue alette per individuare con esattezza la sua trettoria basato su dati satellitari ricevuti da una piccola antenna ed inseriti in un computer. Appena prima dell'impatto, un piccolo dispositivo innesca una reazione chimica che ne raddoppia la sua portata. L'intelaiatura d'acciaio si frantuma, sparando avanti 1.000 libbre di frammenti bianco-caldi che viaggiano alle velocità di 6.000 piedi al secondo. L'esplosione genera un'onda d'urto esercitando migliaia di libbre di pressione per pollice quadrato (PSI). Per fare un paragone,un'onda d'urto di 12 PSI butta giù una persona; con 15 libbre PSI comincia la lesione; la pressione causata dall'esplosione di un dispositivo come il Mark-84 JDAM puo' sfondare polmoni, scoppiare cavità interne, lacerare arti, anche a decine di metri dal luogo dell'esplosione, secondo i medici. Quando colpisce, il JDAM genera una palla di fuoco di 8,500 gradi, scavando un cratere di 20 piedi spostando 10,000 libbre di detriti e rocce e genera abbastanza vento da buttare giù mura e lanciare frammenti di metallo a più di un miglia. La maggior parte di queste armi del terrore sono sganciate dai bombardieri B-1B. Un mese fa furono sganciati su un gruppo di afgani su di un mercato fuori la città di Baghran, uccidendo un imprecisato numero di civili, incluso bambini. I militari statunitensi descrissero questo bombardamento come un incursione "riuscita" su una riunione di capi talebani, dichiarando che non c'erano civili, ma i tanti uomini, donne, bambini feriti portati dopo l'attacco nei vari ospedali fecero scoprire la bugia. Oltretutto, data l'estensione del raggio d'azione di queste armi, è chiaro che non è da considerare un' arma di precisione, per bersagli precisi, se mai ce ne fossero. I rapporti stanno mostrando chiaramente che gli US stanno usando deliberatamente una strategia di terrore sia in Iraq che in Afganistan. Il documentato (e illegale) uso delle bombe al fosforo bianco, che spruzzano ampie aree con una sostanza che brucia per tutto il corpo umano fino alle ossa, usato nel devastante attacco della città di Fallujah nel 2004, l'uso diffuso dell'elicottero ad "armamento pesante" che inonda una zona grande come un campo di calcio di proiettili e armi a frammentazione, l'uso di bombe a grappolo ad azione ritardata e granate, l'uso di napalm, tutto parla di una politica di uccisioni indiscrimitate. La gente ha bisogno di svegliarsi su quello che parte del mondo già conosce. Gli Stati Uniti sono indiscutibilmente la nazione terrorista numero UNO nel mondo oggi.
Invece, l'amministrazione che sta parlando di dichiarare la Guardia Repubblicana Iraniana "terrorista" in questo momento è quella che sta sviluppando piani per un immotivato assalto all'Iran sganciando 30,000 libbre di bombe, ogni specie di armi anti-uomo possibili e forse perfino armi nucleari su obiettivi iraniani, molti di loro in zone popolate.
C'è una parola per questo genere di comportamento: Terrorismo.

La Guardia Rivoluzionaria sarebbe la prima forza armata di un Paese sovrano che viene inserita nella lista statunitense delle organizzazioni terroristiche. "Non è altro che un tentativo di ingannare ancora gli Americani in un altra guerra, questa volta con l'Iran", ha dichiarato Kucinich. "La belligerante gestione di Bush sta cercando di convincere il pubblico americano ad accettare l'idea che una guerra con l'Iran sia inevitabile".(The Nation)

2 commenti:

S.B. ha detto...

Credo che l'America non ce la faccia a sostenere un'altra guerra come quella in IRAQ con il fronte Afghano ancora aperto. Vedo più probabile un ritiro che l'apertura di un altro fronte. O almeno me lo auguro, visti i risultati disastrosi in termini di morti.. :-(

Anonimo ha detto...

As soon as you qualify for such a program you will feel a change in the attitude of your financer who would try to talk you in paying a little less without any legal hassle. [url=http://www.mulberryhandbagssale.co.uk]mulberry outlet[/url Gaston remained the hitting instructor until 15 May 1989, when he took over managerial duties from Jimy Williams, when the team was suffering through an unexpectedly bad start. [url=http://www.goosecoatsale.ca]canada goose women parka[/url] Twnlrtscd
[url=http://www.pandorajewelryvip.co.uk]pandora bracelets[/url] Fusxwnyoq [url=http://www.officialcanadagooseparkae.com]canada goose toronto factory[/url] oxiarpqxi