Google

martedì 11 settembre 2007

IL MISTERO DI AL QUAEDA. BIN LADEN COME DORIAN GRAY

Come l'uccellino Titti e gatto Silvestro divenuti famosi per i loro inseguimenti comici , più o meno il duo meno divertente George W. Bush-Osama bin Laden continuano ad avvantaggiarsi l'un l'altro facendo rivivere la loro rivalità a distanza, l'uno contro l'altro in una maniera che aiuta entrambi. Entrambi vogliono una guerra prolungata in Iraq e possibilmente un attacco degli Stati Uniti al governo Shiita in Iran. Sei anni dopo i attacchi terroristici del 9/11, l'entità conosciuta come al-Qaeda rimane in gran parte un mistero: l' intenzione, l' ideologia, la sua leadership ed i suoi funzionamenti interni sono tutto o in gran parte sconosciuti alla gente. Gli esperti li studiano ed interpretano i significati arcani delle loro espressioni alla luce dei versi coranici. Il Presidente USA ed i suoi alleati dicono che loro odiano l'occidente perché siamo così liberi, così prosperosi, così assolutamente favolosi; tuttavia al-Qaeda è ancora, almeno nella mente popolare, un esercito delle ombre, nel senso che non sembrano reali. La più grande azione militare intrapresa da loro, gli attacchi al World Trade Center ed al Pentagono, sono praticamente l'unica prova che abbiamo della loro esistenza come rete organizzata e, negli ultimi anni, è diventato di moda descrivere Osama bin Laden come una figura puramente simbolica, uno che ispira azioni ad altri ma in nessuna di esse è mai direttamente collegato. Ora, abbiamo un nuovo video del leader terrorista, rilasciato appena alcuni giorni fa e, con esso, una nuova valutazione di al-Qaeda e il suo capo che si dimostra essere più attivo ed organizzato di quanto pensavano. Questo articolo del Washington Post ci mostra un'Al-Queda ripresa dai colpi ricevuti in Afghanistan e riorganizzata con nuovi elementi in organico a sostituire quelli arrestati ed uccisi. Molto più che un'entità simbolica, la rete che ha ucciso quasi 3.000 Americani sei anni fa, sta ristabilendosi e questa incarnazione di pura malvagità sta sollevando ancora una volta la sua testa per provocare distruzione in nuovi modi. L'atmosfera dilagante di paura che si sparge, come una nebbia tossica, da un'estremità del mondo civilizzato all'altro, la conseguenza al 11/9 si sta riaffermando e questa nuova scossa di terrore non potrebbe venire in un momento migliore, quando gli americani sembrano esser pronti a cambiare direzione e l'altro partito avere una qualche possibilità. La particolarità di questo momento è ancor piu' enfatizzata dal tanto atteso "rapporto" del Gen. David Petraeus, il messia del partito della guerra che poco fa ha dichiararato che l'offensiva funziona e che sono sul punto di vincere:«Al Qaida non è ancora sconfitta ma è stata messa in crisi dalla nostra offensiva», sottolineando che un ritiro «prematuro» dei soldati americani dall'Iraq sarebbe «catastrofico». (Che sorpresa!)

Quindi, bin Laden riappare in un video di mezz'ora. (la trascrizione può essere trovata qui).
Il bin Laden di oggi quanto è politicamente favorevole a mister Bush! Il cervello di Al Qaeda nel filmato incolpa i Democratici per non esser riusciti a far concludere la guerra in Iraq. Ripensandoci, ci fu un nastro di al-qaeda che emerse appena prima le elezioni del 2006… e un'altro appena prima le elezioni del 2004. E' sorprendente che bin Laden & Co. pubblichino SEMPRE un nastro nel momento stesso in cui George W. Bush e i repubblicani hanno politicamente più bisogno. E che OGNI VOLTA la traduzione, risulta essere politicamente favorevole alla gestione di Bush ed al GOP. È quasi come se i discorsi del bin Laden fossero scritti dalla Casa Bianca. Naturalmente non è così, ma il tempismo e la sostanza mostra chiaramente quanto siano concatenate le fortune politiche di Bush e di bin Laden. Inoltre, dalle immagini del video appare chiaro che il vivere in caverne fredde e buie è stato un toccasana per la salute di Osama. Il Bin Laden prima maniera, moribondo, costretto a passare da una caverna all'altra, a mala pena in grado di togliere la polvere dalla sua macchina da dialisi, è ringiovanito giorno dopo giorno, di almeno almeno 15 anni, mentre Bush, il monello viziato, sembra avere il doppio dell'età. Non più capelli e barba grigia per Osama, un altro anno o due a nascondersi nelle montagne Afgano-Pakistane e sembrerà un adolescente. A quanto pare, questa "guerra al terrore" è stata un inferno su Bush, ma ha fatto meraviglie per la salute del capo di Al-Quaeda.
Bin Laden come Dorian Grey, avrà una sua immagine da qualche parte, che invecchia, mentre lui rimane giovane.

1 commento:

Lupo Sordo ha detto...

Dovrebbe farci conoscere il suo segreto a questo punto...